Trading: gli errori dei principianti

media mobile doppia

Una volta diventati esperti, il forex trading può essere particolarmente remunerativo ma non solo. Si può infatti rivelare anche un mondo appassionante nel quale condividere con altri utenti successi, insuccessi, dubbi e difficoltà.  I principianti, tuttavia, attirati dall’idea di facili guadagni finiscono per fare errori grossolani che, non di rado, li portano alla rovina.

Il primo sbaglio è quello di ritenersi esperto senza esperienza e di addentrarsi in questo settore utilizzando sin dal primo giorno i soldi veri. Prima di lanciarti con soldi veri, è infatti importante imparare a investire in modo virtuale. Quasi tutte le SIM hanno un loro simulatore con il quale ci si può allenare in tempo indefinito utilizzando solo denaro virtuale e, dunque, senza rischiare nulla.

L’investimento col forex, del resto, non è una lotteria dove si può tentare il colpaccio della fortuna. Servono esperienza, ingegno, intelligenza, professionalità, impegno e dedizione. Un altro errore, o bisognerebbe dire debolezza, molto comune è l’avidità. I livelli automatici d’uscita programmati nei vari sistemi servono proprio a prevenire fenomeni sregolati. Capita infatti spessissimo si perdere grandi somme pur essendo stato in attivo fino a pochi istanti prima. Questo avviene per via della classica avidità umana: se sei in attivo non vorresti uscire mai e far correre i guadagni. All’improvviso, e quando meno te lo aspetti, il mercato cambia, tu pensi che sia solo una leggera correzione e invece di ritrovi qualche minuto dopo ad aver perso tutto. Insomma, bisogna capire e imparare quand’è il momento giusto per uscire.

Lo stesso ragionamento vale anche all’opposto, ovvero quando si stanno perdendo forti somme. L’utente tergiversa per non chiudere in una posizione di perdita ma alla fine si ritrova a guardare una quotazione che precipita sempre più, finendo in un baratro. Mai fossilizzarsi inoltre su un unico sistema che non dà più i risultati sperati. Se il sistema che funzionava negli ultimi mesi comincia ad andare a rotoli bisogna cambiare tecnica e, nella peggiore delle ipotesi, sistema. Bisogna sempre intercettare i cambiamenti e non fossilizzarsi su una tecnica quando dà buoni risultati.

Un altro errore molto comune tra i principianti è dimenticare che per ogni movimento che si fa si paga una commissione al gestore utilizzato. Quindi, se si è inesperti, meglio individuare un gestore con spese di commissione bassissime. La paura, può inoltre indurre a fare solo micro movimento ma, in quel caso, il guadagno potrebbe essere mangiato dalla commissione stessa. Quindi la regola è pochi investimenti ma azzeccati. I principianti, inoltre, non conoscono la strategia della leva. Ma il bello del forex è proprio il fatto di poter investire utilizzando leve finanziarie.

Un esempio pratico può aiutare a capire questa tecnica: se fai un investimento con 100 euro e utilizzi una leva a 1.000, stai di fatto muovendo 100.000 euro. Questo è possibile in quanto la SIM ti presta 99.900 euro mancanti in cambio della commissione. Tutti i movimenti saranno amplificati e quindi lo saranno anche i ricavi e le perdite. La cosa positiva è che se perdi non andrai sotto i 100 euro investiti, in quanto la SIM disinvestirà in automatico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi